User Tools

Site Tools


regolamentazione_suicidi_del_personale_militare

Regolamentazione suicidi del personale militare

 FROM: S.M.E.

   TO: REGIOMILES NORDEST
       BRIGAMILES JULIA
       IMBOSCAMILES CADORE

PERCO: S.E.B.S.
       FTASE
       SETAF
       CIA

OGGETTO: REGOLAMENTAZIONE SUICIDI DEL PERSONALE MILITARE.

CODICE NATO: BOREDOFLIFE.

     Dato l'acutizzarsi del fenomeno dei suicidi di personale di 
leva, fenomeno lesivo dell'immagine e dell'onore dell'eroico 
Esercito Italiano, il centro di assistenza psicologica e 
parapsicologica dell'E.I. ha elaborato alcune valide terapie che 
contiamo di applicare al più presto. Nel frattempo lo S.M.E. 
ordina ai comandi interessati di attenersi alle seguenti regole, 
che vanno portate a conoscenza dei diretti interessati:
1. I suicidi sono ammessi solamente dopo l'orario di servizio, 
cioè dalle 18.00 alle 06.30 del mattino, per evitare di creare 
disservizio.
2. I turni per i suicidi funzioneranno come i turni di licenza, 
in particolare non più di un suicidio ogni 21 giorni per persona.

          2.1 MODALITA' DI ATTUAZIONE
     Al termine di lunghi studi, è stato deciso che il metodo più 
sano per il suicidio è il lancio nel vuoto, da praticarsi da 
altezze superiori ai 20 metri. Coloro che, contravvenendo a 
questa disposizione, si suicideranno sparandosi, saranno 
assoggettati a trattenuta sulla decade di importo pari a nr. 1 
pallottola calibro 7.62 NATO. Suicidi con altre armi (bazooka, 
carro armato, tornado, bomba termonucleare) saranno puniti con 
trattenuta sulla decade e successiva fucilazione.

          3.
     Il suicidando, prima di procedere all'insano gesto, dovrà 
munirsi di:
a. Nulla Osta dell'ufficio presso il quale presta servizio.
b. Autorizzazione del tenente medico, che attesti che il suicidio 
non provocherà gravi traumi al fisico.
c. Autorizzazione all'ingresso nelle apposite zone per suicidi, 
da scegliersi preferibilmente ai piani alti e sul retro della 
caserma, onde non lasciare chiazze rosse spiacevoli a vedersi in 
luoghi frequentati da personale civile.
d. Testamento compilato in triplice copia con bollo da 3000.
e. Documento di identità o tesserino militare, per evitare il 
solito casino al momento del riconoscimento dei resti 
spiaccicati.
f. (facoltativo) Foglietto con le misure vitali, per velocizzare 
la realizzazione del feretro, numeri telefonici dei parenti, 
fidanzate, amici, ecc., ordinati secondo anno di nascita, 
latitudine della città di residenza e numero di scarpe.

          3.1 DISPOSIZIONI PER GLI UFFICIALI
     Appena possibile verranno attivate apposite strutture per 
l'attuazione dei suicidi, con personale specializzato e altamente 
qualificato, proveniente dai campi di Auswhitz e Treblinka, 
nonché‚ dalla Premiata ditta Klaus Barbie & Joseph Mengele Gmbh.
     Nel frattempo siete pregati di sopperire alle esigenze 
immediate con i mezzi attualmente a disposizione. Eventuali fondi 
necessari possono essere prelevati dal capitolo "Benessere del 
personale".
     Ultima raccomandazione: Nel concedere i Nulla-Osta al 
suicidio fate in modo di regolare rigidamente gli orari di 
attuazione, e in particolar modo di curare l'ordine e la 
disciplina nella coda di accesso ai luoghi deputati all'insano 
gesto. Sembra che in alcune caserme, il sovraffollamento ed il 
disordine nella coda abbia provocato delle cadute accidentali, 
con conseguente decesso del militare suicidando.

FINE MESSAGGIO ---   GDO 112158Z/87
regolamentazione_suicidi_del_personale_militare.txt · Last modified: 4/03/2016 06:53 by lrosa